• image_fond
Vous êtes ici : Scoprire Marsiglia...  >  Da non perdere  >  Centro storico di Marsiglia e Panier
 

Centro storico di Marsiglia e Panier

Dietro il Municipio si cela il cuore storico della città, ovvero "Le Panier". L'origine del nome pare derivi dall'insegna di una locanda chiamata "Le Logis du Panier", risalente al XVII secolo.
Dal 1983, la città di Marsiglia, aiutata dalla Commissione Europea, ha intrapreso la ristrutturazione del quartiere.

la "Casa dei Diamanti"
Edificata da ricchi accomandanti di origine spagnola e italiana, poi abitata da grandi famiglie marsigliesi, la Maison Diamantée sarà spezzettata durante la Rivoluzione. Perfetto esempio del Manierismo provenzale, è straordinaria per la decorazione a sbalzo a punta di diamante della sua facciata e le decorazioni della scalinata a cassettoni, unica a Marsiglia. Classificata Monumento Storico nel 1925, è salvata dalle distruzioni del 1943, e ospita dal 1967 al 2009 il Museo della Vecchia Marsiglia.

Padiglione Daviel
Antico Palazzo di Giustizia di Marsiglia, l'edificio fu costruito a metà del XVIII secolo dai fratelli Gérard, architetti marsigliesi, nella località dell'antico Palazzo di Giustizia del XVI secolo. L'edificio è stato costruito in pietra rosa delle cave de la Couronne, e presenta una facciata relativamente stretta che richiama quella delle case provenzali. La sezione anteriore è circondata da un frontone allegorico, il piano nobile è ornato da un balcone in ferro battuto tipico dell'artigianato marsigliese del XVIII secolo. Da questo balcone erano emesse le sentenze rivoluzionare, mentre in basso la ghigliottina veniva sistemata sulla piazza. L'edificio è attualmente occupato dalla dipendenza del Municipio.



La Grand’Rue
segna il percorso della principale via antica, ancora visibile nel Porto antico e che è possibile seguire fino a Place de Lenche, antica Agora. Il livello della via greca si trova a 3 metri sotto al livello dell'attuale strada. Nel VI secolo a. C era già piuttosto animata, perché serviva i principali edifici pubblici e accoglieva mercati e attività commerciali e artigianali.

L’Hôtel de Cabre
Questo palazzo signorile costruito nel 1535 in un curioso mix di stile gotico e rinascimentale da Louis Cabre, commerciante e console, è una delle dimore più antiche di Marsiglia. Miracolosamente risparmiata al momento della distruzione dei vecchi quartieri nel 1943, nel 1954 fu spostata e ruotata di 90° per allinearsi con le strade del tempo. Dal 1941 le facciate sono classificate tra i Monumenti Storici

L'Hôtel Dieu
L’hôpital du Saint-Esprit, creato nel XII secolo, è stato ampliati nel corso dei secoli e riunito all'hôpital Saint-Jacques de Galice nel XVI secolo. Un secolo dopo diventerà Hotel Dieu. La sua ricostruzione fu intrapresa da un nipote del celebre architetto Hardouin-Mansart, e il suo vasto progetto è stato realizzato solo in parte, tanto che sarà solo nel Secondo Impero che l’Hôtel Dieu adotterà la sua fisionomia attuale. Infatti, come tutti gli edifici ospedalieri del XVIII secolo, l'edificio era chiuso sui 4 lati e suddiviso in due corsie principali, una per le donne e l'altra per gli uomini. L’architetto Blanchet decise di aprire l'edificio a sud e terminare le due ali con alcuni padiglioni. I piani sono aperti da gallerie di circolazione, tipiche dell'architettura ospedaliera. Le scalinate sono opera di Joseph-Esprit Brun.

Dal 2013 ospita l'hotel 5 stelle Intercontinental.

Il busto in bronzo che rappresenta Jacques Daviel ricorda nel 1745, all'Hôtel Dieu, è stata realizzata per la prima volta un'operazione di cataratta con estrazione del cristallino. Per questo sarà nominato oculista di Luigi XV.

La Chiesa degli "Accoules"
Dall'XI secolo qui si erge una piccola chiesa parrocchiale dedicata a Notre-Dame des Accoules. La chiesa fu ricostruita nel XIII secolo, assieme al campanile della Torre Sauveterre che suonava l'allarme e convocava il Consiglio Comunale. Il complesso fu parzialmente distrutto nel 1794 e la chiesa fu riedificata poco prima della Monarchia di luglio. Nel sito della chiesa originaria si trova una pietra del Golgota "ad espiazione di tutti i crimini commessi durante la Rivoluzione". Nel XIX secolo è stata rifatta la guglia del campanile.


Préau des Accoules    
All'inizio del XVII secolo, i Gesuiti crearono la chiesa Sainte-Croix e un grande collegio in cui la gioventù marsigliese destinata ai commerci veniva preparata alle lingue orientali: il Collegio delle quattro lingue. Nel 1701, su decisione di Luigi XIV e su suo desiderio di sviluppare il commercio a Marsiglia, la scuola diviene Osservatorio Reale.

Nel 1863, divenuto troppo piccolo, venne trasferito nel piazzale Longchamp. Poi negli antichi locali dell'osservatorio viene installata una scuola, mentre la sala dell'Académie des Belles Lettres, Sciences et Arts, realizzata da Joseph-Esprit Brun ospita oggi il Préau des Accoules, museo interamente dedicato ai bambini.

La Place de Lenche
Place de Lenche si trova nell'antica agora greca dalla quale i cittadini potevano controllare le attività del porto. Originariamente la piazza era chiusa ai quattro lati e fu nella parte sud che, nel V secolo, San Cassiano fondò il convento di religiose di  Saint-Sauveur davanti a Saint-Victor, sull'altra riva del porto.

Sotto alla piazza si trovano le grotte Saint-Sauveur, cisterne della città greca del III secolo a.C. classificate Monumento Storico nel 1840, considerate come monumento antico intatto, ma che rimangono inaccessibili.

Il nome di Lenche proviene da una famiglia di origine corsa, Lincio, che nel XVI secolo ha marcato fortemente questo luogo installandovi un laboratorio di corallo, dei negozi, e facendosi costruire un maestoso palazzo signorile.

La parte sud della piazza è stata demolita secondo i piani delle autorità tedesche durante l'inverno del 1943 e negli anni '50 sono stati ricostruiti alcuni edifici nella parte bassa.

A- A+ | PARTAGER | Impression
 
Book your hotel
Search for accomodations
Météo
air
15 °C
ciel:
Partiellement nuageux météo